Pubblicato da: Agos | 26 gennaio 2009

Altra sfida, altra vittoria

La sfida: “aiuto la macchina fotografica mi dice che la memory card è da formattare, vero che mi salvi le 400 foto del viaggio a New York?”;

Nell’anno 2009 mi chiedo come mai nessuno a parte Sandisk riesca a creare memory card che non si sminchiano da sole dopo un po’ di normalissimo uso (il perché si sia imposta la SD al posto della CF è ahimé assai chiaro), ma ormai il danno è fatto.

Mi aspettavo di avere a che fare con una banale SD formattata su cui fare poco più di un undelete, ma la situazione era ben peggiore: la partizione appariva completamente obliterata. Ma proprio abrasa.

Innanzitutto attacco il lettore di schedine al mio computer (l’idea di farlo con XP era, per usare un eufemismo, ai confini della realtà). Primo tentativo: dd. Faccio una copia grezza di tutti i dati e li provo a ripristinare in una nuova partizione (un’immagine disco creata all’uopo con gli ultimi giga di spazio a disposizione). Chissà, forse ci sarei anche riuscito, ma dd è lento come una trasformazione termodinamica reversibile. Mentre provavo il restore, per passare il tempo, ho dato la possibilità a testdisk, uno splendido programmino che si dice capace di aggiustare qualunque partizione, anche dopo che questa ha incontrato Chuck Norris. TestDisk riconosce che c’è qualcosa che non va (non che fosse difficile), ma si rifiuta di aggiustare la partizione. Scoraggiato ma sempre senza nessuna voglia di aspettare che 17179869184 bit vengano spostati uno per uno, scopro che i creatori di TestDisk hanno anche creato PhotoRec, il quale senza fare storie in 15 minuti ha recuperato foto e video che stavano sulla schedina.

Posto questo perché 1) così non cresce troppa muffa su sto blog 2) a qualcuno può servire 3) documentare un’altra vittoria nella nostra battaglia contro Skynet. O Matrix. Decidete voi.

Advertisements

Responses

  1. Sei davvero un mito, anche descrivendo un semplice problema tecnico, mi hai fatto appassionare all’accaduto. Un po’ nerd il tutto, ma davvero piacevole. Complimenti, continua a scrivere!

  2. Testdisk è una putenza. Ci ho recuperato 17 GB di foto cancellate dal cestino in una partizione con Vista, tutte con i loro nomi originali.
    Lo dico per partecipare, e per ricordarmi che devo metterti nei feed. Tu però dovresti scrivere, eh, se no che ti feedo a fare.

  3. …Links…

    […]you made running a blog glance[…]…

  4. …For further Information click here…

    I simply wished to thank you very much yet again. I do not know what I would have used without those tips and hints shown by you relating to this topic. This has been the traumatic setting in my view, nevertheless viewing your well-written way you trea…

  5. Thanks for the correction, Jeroen! I personally have been using Scirus for about five years, and Scopus only for the last two, so I always thought about Scopus as a more sophisticated (and hence not free) version of Scirus. I was not aware, however, of the substantial difference between the underlying databases that you mentioned, in part because for my searches on Surface Science topics, there was little apparent difference between the two.nAnd on the refined search option from Scirus – I actually have asked Elsevier reps a year ago why it wasn’t implemented in the same way for full Scopus searches, only to discover that they didn’t know what I was talking about – these particular two reps didn’t even know about Scirus! Come on http://tropaadet.dk/calderonmeadows415081830


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: